Passa ai contenuti principali

Storie di scuola: esame di terza media

Tema: Sono confuso.

Svolgimento:

Ho tredici anni e sono confuso.
Sono confuso per tanti motivi, ma vado per ordine.
Prima di tutto, sono confuso leggendo le tracce che ci avete proposto.
E’ uno scherzo? No, perché se questo è uno scherzo di mio fratello, ditelo, eh?
Lui me ne fa di continuo, ma io non me la prendo troppo, perché non sono mai crudeli.
Fastidiosi, sì, e io mi ci arrabbio un pochino, ma il giorno dopo non ricordo più perché e va bene così.
E va bene così lo dice sempre mia madre, per intendere che si può andare avanti, che non è successo nulla e che ben altro ci aspetta.
Ma stavo parlando delle tracce.
Riflettendoci con attenzione, non può essere uno scherzo di mio fratello.
Voi non sapete nemmeno chi sia.
A malapena conoscete me, figuriamoci lui, che alle scuole medie ancora ci deve arrivare.
Perché dico che mi conoscete a malapena?
Per lo stesso motivo per il quale penso che questa prova di Italiano sia tutto uno scherzo.

Leggi il resto

Commenti