Passa ai contenuti principali

Storie di scuola e bullismo

Franchino…
Ho tredici anni, quando la smetterete di chiamarmi così?
Quando la smetterò, di pensarmi così?
Per non parlare del resto.
Anzi, no, parliamone, siamo qui per questo, giusto?
Parliamo del dolore, non delle ferite.
Le botte fanno male, sempre, certe di volte di più, altre meno.
Ma il dolore resta, sopravvive alle tracce del suo passaggio sulla pelle, scivola giù, affonda e non si ferma finché non trova qualcosa di abbastanza grande da contenere tutto.
Il cuore, dicono alcuni, altri la pancia.
Per me è la testa.

Leggi il resto

Commenti